Beatrice Trussardi curatrice per YOOX: arte e moda sempre più vicine e accessibili

Si alimentano reciprocamente da secoli: moda e arte sono forme estetiche interdipendenti, entrambe efficaci nell’esprimere creatività. Beatrice Trussardi ne ha parlato di recente ai magazine “Elle Russia” e “Harper Bazaar Russia”. Nelle interviste l’imprenditrice culturale, già Presidente di Fondazione Nicola Trussardi, si concentra in particolare sulla sua esperienza come curatrice della sezione “Design+Art” per la piattaforma online di YOOX.

“Oggi il web e i social network hanno reso facilmente accessibile tutto quello che è riconducibile all’universo del lusso, questo sta succedendo anche all’arte. Credo sia un’enorme chance per rendere l’arte più democratica, alla portata di tutti”: il valore del progetto “Design+Art” è nel dare ai clienti della piattaforma l’opportunità di identificare e coltivare le loro passioni e “diventare collezionisti, senza ostacoli né intermediari”.

“Solitamente esiste una certa distanza tra le persone e le opere d’arte nelle gallerie – osserva Beatrice Trussardi – Non sappiamo mai cosa possiamo realmente comprare e come dovremmo farlo. Con YOOX non ci sono limiti perché si può accedere a tutte le informazioni riguardo l’opera desiderata, e il metodo per acquistarla è molto semplice”. La nuova sezione vuole quindi anche lanciare un importante segnale: l’arte non è più qualcosa di lontano, ma diventa una nuova fonte di ispirazione.

D’altronde, come spiega Beatrice Trussardi, arte e moda si sono sempre stimolate a vicenda: “Fin dall’inizio del secolo scorso gli stilisti hanno cercato ispirazione nell’arte anche collaborando con gli artisti. Oggi invece vediamo sempre più artisti desiderosi di cooperare con i brand, per realizzare qualcosa di speciale, capace di contaminare mondi e linguaggi diversi, per parlare a un pubblico sempre più ampio.”